"Da bambina ho vissuto come una principessa in esilio, e ora vivo come un alieno smarrito in un paesaggio e una civiltà che mi sono estranei.."
<


Fine agosto non vuol dire che le vacanze siano finite o che l’autunno sia alle porte, si annuncia comunque con una ripresa di quelle attività che si lasciano da parte durante il periodo estivo: sport, cucinare, leggere.
Non sempre, perché se dovessi nutrirmi solo di libri, l’estate sarebbe il mio periodo bulimico, con decine di libri sotto l’ombrellone, sul comodino e in salotto accanto alla TV, per non parlare delle spaparanzate in giardino.
Fra i titoli che ho letto, un bel fantasy francese, un classico, Le Retour des Elfes, L’Azzurro del Cielo non Ricorda e Il Figlio, con i quali mi sono riconciliata con la letteratura americana, Boussole, che devo ancora finire, e che è il premio Goncourt dell’anno scorso: bello, originale, complesso, da leggere due volte soprattutto se in lingua originale.
Per quel che mi riguarda, in attesa di settembre e del secondo volume di Emilie Sanslieu Nella Costellazione Del Drago-Glinor, di finire l’editing di un romanzo che ha preso una piega che non mi aspettavo e di intraprendere l’epica di un romanzo, seppur breve, pensato e scritto direttamente in francese… follia pura o quasi, vi propongo la lettura di Del Tempo e Dell’Alieno, un fantasy che dai tempi attuali ci porta in un mondo dimenticato e poco conosciuto, e per il quale mi sono documentata parecchio, in modo che situazioni, luoghi e riti fossero il più fedele possibile a quel che fu.
Vi metto il link per scaricarlo e, come sempre, resto in attesa delle vostre emozioni, sensazioni…
https://www.amazon.it/Tempo-DellAlieno-Maria-Lidia-Petrulli-ebook/dp/B01KCQFHTA/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1472299789&sr=8-1&keywords=del+tempo+e+dell%27alieno

27 Agosto 2016 at 13:24


I commenti sono chiusi